Osteria Firenze Catalogo Villa Marta
Ricerca:



Dom Ruinart 2002 banc de blancs
Il 21 marzo 1769 il primo registro della contabilità della Maison Ruinart riporta una novità tra le spedizioni: l‘invio del suo prezioso Champagne a Elsinore, in Danimarca, contenuto all‘interno di casse in legno.
Si trattava di un modus operandi non comune. All‘improvviso, il valore stesso del prodotto influenza il modo in cui viene spedito: le casse in legno resistente lo proteggeranno dai rischi del trasporto, consolidando al tempo stesso la qualità delle relazioni commerciali che legano la Maison champenoise ai suoi clienti.
L‘utilizzo di questo tipo di casse sarà adottato diffusamente presso le altre case produttrici di Champagne solo dagli anni ‘30 del 1800
- See more at: http://www.ruinart.com/it/les-collections/collection-piet-hein-eek.php#piet-hein-eek1
Note di degustazioneIl Dom Ruinart 2002 rivela un colore giovane e brillante, di un giallo chiaro illuminato da riflessi verde mandorla.
Il perlage è fine e dinamico.
Con le sue note di fiori bianchi (tiglio), di frutta fresca e di agrumi (susina gialla, pera nashi, bergamotto), il naso testimonia la giovinezza del vino. L‘aerazione rivela un fondo più morbido, con note di dolci da forno (biscotto, noce di cocco, e poi nocciola) sottolineate da una freschezza minerale e mentolata.
Eleganza e lunghezza caratterizzano il palato, in cui si ritrovano la freschezza degli agrumi e dei frutti esotici e una splendida mineralità su aromi di pietra focaia.
Dom Ruinart 2002 è un omaggio al gusto Ruinart.
- See more at: http://www.ruinart.com/it/les-vins/#dom-ruinart/dom-ruinart-2002-note-di-degustazione
UvaggiIl vitigno Chardonnay è l‘anima della maison Ruinart. Le sue uve, provenienti soprattutto dalla Côte des Blancs e dalla Montagne de Reims, sono il fulcro di tutte le sue cuvée.
Dotato di una grande freschezza aromatica, vivace, puro, luminoso, rappresenta il filo conduttore di tutti gli assemblaggi realizzati dalla casa.
Delicato e fragile, lo Chardonnay si espande e offre la misura della sua ricchezza aromatica solo nel corso di una lenta maturazione nella frescura delle Crayères: fino a tre anni per i vini non millesimati, da nove a dieci anni per un Dom Ruinart.
Questa maturazione rappresenta una sfida per le abilità dello Chef de Cave, esso infatti deve essere capace di domare i capricci di questo vitigno dalle caratteristiche uniche.
- See more at: http://www.ruinart.com/it/les-vins/#dom-ruinart/le-gout-ruinart
Seleziona l'articolo da ordinare
Torna al negozio
Q.tà ORDINA
www.osteriafirenze.com - tel.: 055 2396466 tel./fax: 055 286878 - info@osteriafirenze.com
Osteria de L' Ortolano s.a.s. di Zetti Massimo
Via degli Alfani n° 91/r - 50121 Firenze (FI) P.IVA:03664150483 - C.C.I.A.A. n. 0382543 Firenze
privacy policy

web design - hosting - software